Le apparizioni a Piedade dos Gerais (1987 - in corso) - testi originali: www.valedaimaculadaconceicao.com.br

Messaggio di sabato 02.03.2019
1° giorno di ritiro spirituale (organizzato tutti gli anni in riparazione del carnevale)
traduzione dall'audio

Cari figli,
oggi viviamo questo incontro di fede, di preghiera, di unità, di fraternità, nell’anno delle missioni e delle comunità, in questo ritiro spirituale, di sacrificio. In un momento così delicato per il Brasile, che sperimenta così tanta sofferenza, soprattutto sofferenza spirituale, materiale e temporale. Nel mondo, le nazioni sono così bisognose di amore, di accoglienza a Cristo, alla Parola, agli insegnamenti. In un momento in cui anche la Santa Chiesa ha bisogno di preghiere, Dio ci mette qui in comunità per fare questo santo ritiro.

La prima ricchezza di questo ritiro è l’umiltà per accettare la volontà di Dio. Quando siamo invitati dal Cielo a fare un viaggio, un pellegrinaggio per le cose di Dio, specialmente verso questa piccola valle, siamo invitati ad essere umili. Perché qui viviamo la volontà di Dio, non abbiamo scelte a disposizione, abbiamo invece la volontà di Dio. Per questo l’umiltà è la ricchezza di chi vive e fa questo ritiro, di chi arriva fin qui. Perché, in tutti in questi anni, quello che si preserva qui è l’unione delle famiglie, il popolo di Dio che sperimenta la presenza di Cristo, che è la Misericordia, e che ci insegna ad essere misericordiosi, in un mondo in cui le persone sono abituate ai piaceri, abituate a tutti i capricci della Terra, dimenticandosi dell’anima, del cuore, della famiglia, della gioventù, del bambino, dell’infanzia del bambino.

Allora questo ritiro ci porta questa umiltà. Questa comunità sarà sempre così. Quello che manca è l’umiltà affinché tu possa accettare quello che Dio ti sta dando la grazia di vivere. Perché il mondo ha bisogno di vivere in maggiore semplicità. L’uomo ha bisogno di essere più semplice. L’avidità ha portato oggi l’uomo a perdere la famiglia, il fondamento, la felicità, il sorriso, la gioia. Perché in questi giorni ci sono molte e molte persone che si perderanno con i piaceri del mondo, con i favori del mondo. E voi siete qui per essere uno strumento consolatore del Cuore di Dio, del Cuore di Gesù.

Allora iniziamo il ritiro con molta umiltà. Ognuno chieda questa umiltà. Umiltà per accettare la semplicità di questo luogo, il sacrificio. Ma è davvero sacrificio, figli? Perché noi siamo vicini a Dio. Il sacrificio è quando sei lontano da Dio. Forse dovremo sperimentare un po’ di penitenza, rinunciare ai capricci del nostro quotidiano per metterci alla presenza di Dio. Come figli, come Chiesa, come comunità, come missionari, imparare che vale la pena sperimentare questi giorni di ritiro. Perché il Brasile è così carente di Dio, così ferito. Tanti segni visibili indicano che questa Terra della Santa Croce deve mettersi in ginocchio e pregare fortemente. Così il Brasile e così il mondo.

Un punto fondamentale di questo ritiro è la preghiera. La preghiera, l’abbandono, il silenzio, l’adorazione. Tutti qui siamo come missionari di Dio: la famiglia, il giovane, il bambino, il padre, la madre, il missionario, la religiosa, il sacerdote, tutti sono qui come missionari di Dio.

E dobbiamo chiedere molto a Gesù la brezza leggera, perché il mondo è pieno di tempeste. Non parlo di tempeste causate dal tempo, parlo delle tempeste causate dall’orgoglio, dalla mancanza di perdono, dall’ego, dalla menzogna, dalla vanità, dalla pigrizia. Parlo di queste tempeste che hanno corrotto le famiglie, distrutto le famiglie, distrutto la fede, la religiosità.

Allora siamo qui per vivere un santo ritiro. E posso dirvi che vivrete un santo ritiro. Basta che tu lo voglia. Guarda verso Gesù e dì: “Voglio essere servo di Dio. Voglio vivere questo santo ritiro. Voglio”. Perché a partire dal momento in cui vuoi, tu rendi il mondo migliore. È a partire dal momento in cui vuoi, che vivi un mondo migliore. È a partire dal momento in cui ti apri alla presenza dello Spirito Santo di Dio e lasci che lo Spirito Santo entri in questo luogo, che vivi la volontà di Dio. E vivrai un ritiro nella pace. Mentre ci sono tanti luoghi sulla terra che vedranno discordia, violenza, morte, tu vivrai un ritiro di vita, di misericordia, di pace, di gioia, di felicità.
Non è un ritiro di violenza, è un ritiro di guarigione. Perché sei venuto per essere guarito, guarito da tutte le ferite che fanno male nel tuo cuore, guarito da tutte le ferite che sono nella tua casa, e tu chiederai a Gesù, nell’umiltà e nella preghiera, di essere un servo fedele, un buon figlio di Dio.

Perché quando diciamo “siamo servi del Signore” dobbiamo essere pronti a vivere la volontà di Dio. E oggi la volontà di Dio per noi è preghiera, è sacrificio, è penitenza, è silenzio. Ma è anche gioia, perché siamo alla Sua presenza. Alla presenza di Gesù. E chi è alla presenza di Gesù non può essere triste, deve avere la pace, la gioia interiore, questa gioia che ci porta leggerezza nell’anima. In questo mondo così pesante, dove le persone sono così soffocate dalle insidie del demonio, dalla sofferenza spirituale, dal dolore. Voi sarete guariti, perché Gesù vi guarirà, figli. E chiediamo che questa guarigione arrivi in ogni angolo del Brasile, arrivi in ogni angolo della Terra. Chiedi, perché Gesù ti ascolta. Voi non sapete che potere ha la vostra preghiera! Per questo dovete pregare, avere beatitudine.

Quest’anno è un anno molto difficile per il Brasile e per il mondo. Ma è anche un anno di molte grazie. A volte è nei momenti più difficili che ti ricordi di Dio, che ti inginocchi, che capisci di avere bisogno di tornare alla casa di Dio, tra le braccia della Misericordia.

Riceverete molte benedizioni. È un ritiro di benedizioni. Io ho la gioia di essere qui per camminare con voi durante questo ritiro. Stare con voi, benedirvi, ricoprirvi con il mio manto, chiedere a Gesù che riversi piogge di misericordia sul mondo, affinché il mondo si converta, torni alla casa del Padre, affinché le famiglie siano sante, benedette, salve, rimodellate. Perché è bellissimo l’amore di Gesù. Purissimo. Grandioso. Soprattutto quando sentiamo questo amore, abbracciamo questo amore. E ci arricchiamo davanti alla bellezza di questo amore di Dio.

Dunque è una grande benedizione. Dimentica la battaglia che hai dovuto affrontare per arrivare fin qui, dimentica le difficoltà. Perché la casa è piccola rispetto alle persone, ma il Cuore di Dio è grande, non solo contiene voi, contiene il mondo intero. Allora vogliamo mettere il mondo nel Cuore di Dio, vogliamo mettere questa Comunità Fraterna nel Cuore di Dio, vogliamo chiedere molto a Gesù la conversione della Comunità Fraterna, la conversione di tutto il suo popolo, della Santa Chiesa, del popolo delle famiglie. Famiglie missionarie. Voi siete famiglie missionarie. Nella preghiera, nel ringraziamento a Gesù, chiedendo a Lui perdono se per un momento avete avuto un pensiero cattivo, perché nessuno è preparato per accettare il sacrificio. Si tratta di pochi giorni, figli. Sarebbe grandioso se l’uomo sapesse vivere di più alla presenza di Dio: sarebbe più preparato.

Oggi, quando guardavo verso il Cuore bellissimo di mio Figlio Gesù, riflettevo su quanto il mondo ha bisogno di umiltà. Quanto manca alle persone l’umiltà. Umiltà per accettare la volontà di Dio, umiltà per passare attraverso il sacrificio, umiltà per vivere la penitenza. Sto chiedendo a Gesù umiltà per voi. Che vi porti questa umiltà che Lui ha. Gesù è molto umile. Io ho camminato e cammino con questo Figlio umile. Siate a immagine e somiglianza di Gesù: umiltà, semplicità, amore, affetto, determinazione, fede, accoglienza, santità. È il nostro ritiro che inizia! Un ritiro con il Cielo. Con le benedizioni del Cielo. Coperti dalla misericordia del Cielo.

Allora apri il tuo cuore, apri le tue orecchie, proclama l’amore, non permettere che il demonio si prenda gioco di te. Sei in un luogo santo. Forse non lo sai, ma questo è un luogo santo, scelto da Dio affinché la Madre del Cielo guardasse il Brasile e il mondo come Madre di Piedade, la Madre messaggera della Parola del Signore. La Madre che accoglie i figli, la Madre che porta le richieste a Dio Padre, la Madre che trasmette le richieste del Cielo alla Terra. Allora apri il tuo cuore, perché questo ritiro è santo! Siamo qui per vivere la santità. È il primo passo: aprire il cuore e lasciare che lo Spirito Santo agisca in te. Allora prega lo Spirito Santo, permettigli di agire in te.

In questo momento vi benedico, desidero che riceviate questa benedizione con molta gioia, con molta felicità, il nostro ritiro inizia alla presenza del Padre Creatore, del Figlio che è Misericordia, il nostro Salvatore, dello Spirito Santo santificatore. Affido alla Santissima Trinità la ricchezza più grande del mondo. A Dio Padre, Figlio e Spirito Santo affido questo santo ritiro, i giovani qui presenti, le madri, i padri, tutte le comunità venute da così lontano, affido tutti i missionari, tutti i presenti che fanno parte della valle dedicata all’Immacolata Concezione, consacrata a Gesù Misericordioso. Affido questo ritiro alla Santissima Trinità. Che ci colmi di luce, di fede, di speranza, di carità, affinché viviamo un santo ritiro nella pace. In questo momento chiedo alla Santissima Trinità, insieme a me, di benedirvi.

La Madonna benedice i presenti mentre intonano il canto “Dacci la tua benedizione…”

Cari figli,
ho benedetto voi, popolo di Dio, figli di fede, coraggiosi, pronti per questo ritiro.
Umiltà: siete preparati per vivere nell’umiltà, ringraziare Dio per la semplicità, per questa pioggia che sta cadendo su di voi, sulle anime e sui cuori che hanno bisogno di essere purificati dalla misericordia?

Ringraziamo Gesù per questo incontro con Lui, in questo pomeriggio, in questo luogo. Che Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, benedica tutti. Questo ritiro sarà una benedizione, figli, perché Dio vuole che sia una benedizione. E quando Egli vuole, fa. Nonostante le battaglie che avete affrontato per arrivare qui. Lodate il Signore per questa battaglia! Ringraziate il Signore per questa battaglia. Rimanete saldi nella fede. Silenziosi. Immergetevi nelle profondità del Cuore di Gesù. Chiedete a Gesù di lavare i vostri cuori e il Brasile, che avrà molto bisogno di Gesù in quest’anno. Che la Sua Misericordia e la Sua bontà si estendano sulla Terra della Santa Croce. Il Brasile ha bisogno di unione. Pregate molto per l’unione del Brasile e per la fede del popolo di Dio e della Santa Chiesa. Per la fede, voi siete già vittoriosi. Coraggio, camminiamo sulle orme di Gesù, in un ritiro di preghiera, silenzio, fede, devozione, umiltà, abbandono. Molte benedizioni!

Gesù sta benedicendo i fiori per la guarigione e liberazione dei malati nel corpo e nell’anima.
Tutti hanno bisogno della guarigione dell’anima.
Tutti hanno bisogno della guarigione del cuore.
Restate in pace, figli.
Per la grazia di Dio, io Maria chiedo a Gesù di benedire il Brasile in questi giorni, di liberarlo da ogni male, di ricoprirlo di benedizioni.
A chi oggi compie gli anni auguro molti doni, molta perseveranza. Avrete molto bisogno di essere perseveranti nella fede.
Ecco la Serva di Dio, l’Immacolata Concezione, ed ecco che il Signore mi chiama.


Altri messaggi tradotti