Le apparizioni a Piedade dos Gerais (1987 - in corso) - testi originali: www.valedaimaculadaconceicao.com.br

Messaggio di domenica 13.05.2018 - solennità dell'Ascensione - festa della Madonna di Fatima - festa della mamma
traduzione dall'audio

Cari figli,
[vi saluto] con grande gioia in questa domenica speciale per me, speciale per le madri e anche per i figli, perché la felicità di un figlio è poter dire “mamma”. È una domenica di grazie, una domenica di benedizioni, una domenica in cui molti sono qui per confermare la loro fedeltà alla Santissima Trinità, il loro “sì” nell’amare infinitamente Gesù.

Perché noi amiamo Gesù! È la nostra gioia più grande poter dire con tutto il cuore che amiamo Gesù. Voi avete fatto un’esperienza bellissima di adorazione a Gesù. Di preghiera e adorazione. Che bella esperienza! Adorare Gesù pregando.

È un momento di pace per questo luogo, perché dove abita Gesù abita la pace, dove c’è Gesù c’è la pace. Questo giorno di adorazione è stato un dono di Dio. Per questo io Maria voglio ringraziare Dio - il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo - per ogni figlio che ha partecipato a questo momento di adorazione e preghiera con Gesù. A favore della vita. Perché essere madre è amare la vita, essere madre è difendere la vita, essere madre è avere coraggio per essere capace di realizzare il piano di Dio.

Oggi voglio augurare a tutte le madri il coraggio di lottare per i propri figli, principalmente per la pace nella vita dei figli. Che le madri abbiano questo proposito di vita di preghiera e adorazione, di mettersi ai piedi di Gesù, di mettere ai piedi di Gesù i loro figli, la loro famiglia, la loro casa.

Oggi purtroppo state vivendo un tempo di tribolazioni. Non è un tempo facile, è un tempo in cui devi pregare, vigilare, aggrapparti con forza alla presenza dello Spirito Santo, a questa dolcezza che è lo Spirito Santo, e chiedergli molta sapienza. Perché spesso non educhi i tuoi figli nella fede, non costruisci la santità nella vita dei tuoi figli. Oggi spesso le madri vogliono difendere i propri figli, ma non lo fanno in modo corretto, in un modo saggio, cristianamente.

A volte l’uomo è talmente sedotto dalle meschinità che dimentica l’autenticità. Per questo avete molto bisogno dello Spirito Santo. Oggi stesso, guardando Gesù, gli ho chiesto per tutti i figli: la conversione, la santità, il proposito di essere santo. Perché, quello che vedo oggi nella vita dei figli, è che essi sono e vogliono essere santi, ma sono ancora deboli. Per qualsiasi motivo cadono, per qualsiasi motivo permettono alle seduzioni e alle insidie del demonio di buttarli a terra.

Avete appena finito di mettervi in ginocchio e fare l’atto di consacrazione, confermando la vostra fede nel seguire la Madre di Gesù, la Madre di Piedade. L’appello più grande che vi faccio è l’umiltà nel cuore, lo zelo per la santità. Qui vedo uomini peccatori, vedo figli con sete di santità. Oggi non è facile vincere le insidie, il demonio è terribile. Per questo devi essere più forte, più coraggioso. Devi essere uno strumento pronto per la battaglia. La battaglia oggi è difendere la vita, la battaglia oggi è la santità, la battaglia oggi è il Cielo, vivere questo Cielo, avvicinarsi a Gesù, stare in comunione con Gesù.

Tu che stai perdendo la tua famiglia per ignoranza, perché pensi solo al mondo e non pensi alla grazia di Dio: la tua famiglia è il tesoro più sublime della vita! Voi madri, aprite gli occhi a questo tesoro magnifico! È un tesoro di premura, di sollecitudine, di zelo! Quando guardo questa fraternità, i pellegrini, il Brasile, il mondo, voglio essere una Madre premurosa, una Madre sollecita, che viene a prendersi cura dei figli, che viene a dirvi: “Figlio, alzati! Alzati perché Gesù ha bisogno di te.” Alzatevi, perché dovete prendervi cura del vostro cuore. Dovete prendervi cura della vostra vita. Dovete avere nel cuore la sete di santità.

Oggi voglio parlarvi di quanto è bello essere santi, di quanto è grandioso essere santi. Soprattutto quando riconosci il tuo lato fragile. Tu che sei già caduto, che hai vacillato e hai il proposito di vita di santità, sai quanto sono terribili le insidie del demonio, che ti tenta in ogni modo.

Oggi questo succede spesso nella vita delle madri. Per questo avete fatto una settimana di adorazione per la vita degli innocenti. Le madri sono le prime che devono avere il proposito di difendere i propri figli, perché Dio ha scelto la donna per essere madre. Allora lei deve avere il proposito di essere una madre che si prende cura della propria vita, della propria santità. Perché dare la vita, essere strumento di prosperità, di moltiplicazione - Dio utilizza il cuore e il grembo della donna - è una cosa molto sacra.

Per questo avete pregato pensando ad ogni bambino, ad ogni innocente ucciso in modo così brutale dalla propria madre per mancanza di sapienza dello Spirito Santo. Perché chi ha la sapienza dello Spirito Santo non uccide, chi ha la sapienza dello Spirito Santo difende la vita, che è il tesoro più sublime. Basta che pensi a te stesso. Quando pensi a difendere la vita, pensa a te stesso. Pensa all’amore che tu hai per la vita, all’amore che hai per la tua missione.

Voi madri che siete qui oggi in questo santuario, pensate all’amore che avete per la vostra missione. Anche voi donne che non siete madri avete questo amore materno, questo amore di difesa, questo amore di zelo per gli innocenti, questo desiderio di costruire la felicità degli innocenti. Questo è un tesoro, è un dono di Dio, un profumo di Dio. La donna porta con sé questo profumo.

I bambini sono il nostro tesoro e difendere la vita è difendere la crescita spirituale dei bambini, affinché diventino giovani sapienti, con il proposito di essere santi. Perché abbiamo bisogno di sacerdoti santi, di padri e madri santi, di missionari santi, di persone più umili sulla terra. Aiutiamo i figli ad essere più umili, più semplici. Non fare di tuo figlio un figlio egoista, perché il mondo è già troppo egoista. Le persone sono sempre più individualiste, sempre più divise, stanno smettendo di vivere l’insegnamento di Gesù: “Io sono l’Amore, io sono la Vita, io sono il Pane che è diventato l’alimento dei vostri cuori e delle vostre anime”.

Allora abbiate questa sete di incontrare Gesù, abbiate questo proposito: “essere madre è un profumo”. Pensiamo alle madri speciali, le madri che hanno figli speciali. In un primo momento è un dolore, ma al tempo stesso la madre deve rivestirsi di Spirito Santo, di sapienza, deve sapere che Dio dà una missione solo a chi è molto speciale. La missione di essere madre di un figlio speciale è per un cuore molto speciale. Allora valorizza questo dono. Non portare una croce, ama. Ama tuo figlio. Tuo figlio è importante per Dio. Non importa quali limitazioni ha, egli è un tesoro nella tua vita, è un profumo nella tua casa.

Per i figli che sono qui, le cui madri sono già vicine al Padre: di esse rimane quel profumo, quella nostalgia, quel tesoro, quella certezza che una madre è una ricchezza che non muore mai, una ricchezza che sarà sempre presente nella tua vita. Allora abbraccia tua madre con il cuore. La Madre di Dio vi sta chiedendo questo: abbraccia tua madre con il cuore, con la tua anima.

Oggi è un giorno molto speciale per me. È un giorno in cui io, Maria, vivo la mia grande missione sulla Terra di annunciare al mondo il trionfo del mio Cuore Immacolato. La Madre del Rosario di Fatima ha annunciato al mondo il trionfo del suo Cuore Immacolato. È questa Madre che oggi è qui cercando di seminare questi tesori di amore - l’amore di Dio Padre, di Dio Figlio e di Dio Spirito Santo - affinché questo trionfo avvenga nella vostra vita con urgenza. Perché avete urgentemente bisogno di questa vittoria.

Perché il mondo è già a pezzi. Guarda la tristezza del mondo di oggi: un mondo che non ha perdono, un mondo che non ha unione, in cui le persone non hanno essenza, vivono di apparenza, non hanno fiducia, non hanno dialogo. Le persone si chiudono nel proprio mondo. Io vorrei che oggi viveste questa domenica pensando solo a questo insegnamento: “Io sono del Padre. Per questo devo pensare al Padre”. A volte inizi la giornata pensando solo ai tuoi interessi, al potere, al tuo lavoro, e dimentichi di pensare: “Io sono del Padre. Sono di Dio, la mia vita è nelle mani di Dio”.

Allora affida la tua vita, affida il tuo cammino. Voi madri affidatevi a Dio, affidate il Brasile, affidate le madri del mondo al Cuore di Gesù. Perché avete avuto un dono in mezzo a voi e questo dono continuerà a profumare la vostra vita. Gesù è il nostro tesoro più grande. È lui la nostra ricchezza. Chi ha Dio oggi ha tutto nella vita. Chi ha Dio oggi ha la provvidenza, chi ha Dio oggi ha la grazia della felicità, la grazia della gioia, anche nei momenti tristi. Li superi perché la tua fede ti fortifica. Allora vogliamo fortificarci con la fede, con la fiducia.

Oggi c’è un paese che sta giubilando per il trionfo del mio Cuore Immacolato, perché lì fu annunciato. Gesù mi inviò lì per dire: “Il mondo ha bisogno del trionfo del mio Cuore Immacolato”. E per insegnare al mondo a pregare il santo rosario, cosa che voi state facendo qui oggi, figli. Pregando, devoti, fedeli, figli del silenzio, figli di Maria, figli umili, che hanno bisogno di essere catechizzati nella fede, nell’obbedienza, nell’umiltà, nella serenità, nell’abbandono totale, nell’obbedienza, nella fedeltà. Tu che sei qui oggi sai che tutto passa, ma la grazia di Dio rimane, oggi, domani e sempre. Per questo dobbiamo dire con completa fiducia: “Gesù confido in te”. Affidiamo a Gesù le madri del mondo intero.

Con grande affetto voglio darvi la mia benedizione.

La Madonna benedice tutti i presenti mentre intonano il canto “Dacci la tua benedizione…”

Cari figli,
vi ho benedetti con molto affetto. Sono stata molto felice per questo momento di preghiera, per questo momento di fede, nel quale come Madre ho pregato per tutte le madri, per tutti i figli, per tutti i bambini che hanno bisogno di essere amati.

Vorrei supplicare il cuore delle madri, come Madre di Dio e Madre di tutte le madri: madri, amate la vita! Difendete al vita! Perché la ricchezza più grande nella vita di una donna è avere un cuore sublime, guidato dal profumo della misericordia divina, che ci concede l’onore di essere madri. Vorrei dire alle madri che questo è grazia di Dio. Per questo glorifichiamo la Santissima Trinità - il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo- per la grazia di essere madri. Soprattutto per i bambini che oggi hanno bisogno di amore e protezione.

Faccio gli auguri a chi compie gli anni, che Dio vi dia molta pace.

Accolgo tutti i figli che qui stanno facendo e rinnovando la propria consacrazione al mio Cuore Immacolato. Oggi è un giorno speciale. Questo giorno di oggi è molto speciale. Voi lo sapete perché siete figli di fede, figli mariani, figli che amano Gesù e sanno quanto Gesù sia la ricchezza del Cuore della Madre di Dio. Allora sapete quanto è speciale questo giorno. È il giorno in cui voglio annunciare al mondo la lotta per il Trionfo del mio Cuore Immacolato. Vogliamo essere un esercito vittorioso, perché questo Trionfo deve avvenire, figli. Per la felicità dei figli di Dio qui sulla terra.

I fiori sono stati benedetti per la guarigione e liberazione di tutti i malati nel corpo e nell’anima. Chiedo sempre a Gesù di benedire questi fiori affinché la grazia della conversione e della santità rimanga nella vita di ognuno di voi.

Ecco la Serva di Dio, l’Immacolata Concezione, Madre del Rosario di Fatima, Madre di Piedade, ed ecco che il Signore mi chiama.


Altri messaggi tradotti