Le apparizioni a Piedade dos Gerais (1987 - in corso) - testi originali: www.valedaimaculadaconceicao.com.br

Messaggio del 21.10.2017
testo tratto dal file audio:
http://www.valedaimaculadaconceicao.com.br/2017.html

Cari figli,
oggi è un giorno di pace per ogni figlio a cui Dio, per la sua santa volontà, concede la grazia di vivere questo momento, preparando il cuore, in preghiera, affinché la Parola di Dio possa essere portata nella nostra vita. E condurci alla vera crescita spirituale.
Perché oggi l’umanità ha fortemente, urgentemente bisogno di questa crescita spirituale.

Che tu possa mettere una mano sul cuore e avere la grazia di volere una vita nuova.
Perché la cosa più difficile, oggi, è che l’uomo abbia il coraggio e la buona volontà di essere un uomo nuovo. Il mondo è circondato dalla sofferenza, pieno di sofferenza, sia nell’anima che nella carne. Ma l’uomo, nonostante sia di fronte a questa sofferenza spirituale, materiale, alle conseguenze temporali, non cerca la grazia della conversione.

Perché convertirsi è una grazia.
Tu puoi chiedere a Dio molte cose nella tua vita.
Ma ciò che devi chiedere di più oggi a Dio per la tua vita è la conversione.
Perché tutto quello che hai, passa: gli anni, i beni, ma la tua conversione ti porta alla vita eterna, alla casa del Padre. La conversione ti fa guadagnare il cielo e ti fa già vivere questo cielo qui sulla terra. Perché quando sei un figlio di Dio convertito, tu sei preparato per vincere tutto quello che deve essere vinto.

Perché noi oggi siamo in una lotta, figli, una lotta quotidiana, per questo il santo rosario è l’arma della nostra vittoria.
Perché siamo in una grande lotta. Non siamo in una semplice lotta, siamo in una grande lotta. Per vincere questo male che oggi vuole distruggere la tua famiglia, i tuoi figli, il Brasile, il mondo, è necessario essere un esercito pronto per la lotta.
E l’esercito di Dio ha una grande arma: la preghiera.

In questo Anno Mariano, questa comunità fraterna ha visto il potere della preghiera. Tutto si trasforma quanto tutti hanno lo stesso obiettivo: essere quello che Dio vuole.

Puoi stare certo che, se nella tua famiglia, nella tua comunità, in qualunque parte del mondo, l’uomo sperimenta la miseria, la divisione, l’ingiustizia, è perché in mezzo a tanti c’è sempre chi non vuole essere quello che Dio vuole.

Le persone sono molto più pronte a vivere la volontà umana che la volontà divina. Per quanto riguarda la materia, tutto il mondo è pronto, ma per quanto riguarda il cielo, la vita eterna, pochi sono interessati.
Perché la vita materiale, la materia, cerca piaceri, avidità, guadagno, mentre la volontà di Dio oggi ci fa vivere la santità, la rinuncia, la carità.
Oggi quando siete arrivati qui, soprattutto i pellegrini, la prima cosa che Dio ti chiede è la rinuncia. Rinunciare a tutto ciò che è ego, a tutto ciò che è attaccamento, a tutto ciò che è la volontà umana. E metterti davanti alla volontà di Dio.

Perché, figli, oggi non è facile vivere la volontà di Dio.
Vivere la volontà di Dio è per chi prega, chi fa della preghiera una vita nuova. Perché esistono molti che pregano ma non hanno buona volontà di azione, di vita nuova. Pregare e agire. Allora la conversione, oggi, è fondamentale per la vostra felicità.
La vostra felicità sarà forse l’oro? Puoi avere tutto l’oro del mondo e non avere la felicità. La felicità è dentro il tuo cuore. È la pace.

Quando vi dico che Gesù è qui nella brezza leggera, è un momento di felicità perché è un momento di pace, nonostante la tribolazione di questo mondo, tu arrivi ai piedi di Gesù e senti che ti abbraccia, attraverso la brezza leggera della pace.
Allora tu affidi a Gesù la richiesta che hai portato, la guarigione di cui hai bisogno.

Nessuno ha bisogno di una risposta, tutti hanno bisogno di affidamento. La risposta arriva attraverso l’affidamento.
È per questo che oggi vi dico: avete bisogno di affidarvi, non di risposte.
Quello che stai facendo è per l’onore e la gloria del Cielo, con amore e per la prosperità, per la trasformazione? Allora avrai la risposta a partire da quando ti affidi.
Io ho sperimentato il grande miracolo dell’affidamento. E quanto più mi affidavo, tanto più ero benedetta da Dio. Anche davanti alla battaglia, la croce, la lotta. Perché quando è l’opera di Dio, noi siamo preparati per lottare per essa.

È di Dio. Tutto ciò che è di Dio ci porta a un grande impegno di fede, a un grande abbandono, perché il demonio è furioso, furioso, perché tu che sei di Dio, tu che oggi preghi, stai impedendo alla malvagità del demonio di espandersi di più sulla terra. Per questo è furioso.
È per questo che in tutti i luoghi scelti dal cielo, in tutti i luoghi di preghiera, il demonio cerca di infiltrare la sua arma, la sua insidia. Perché l’arma del Cielo guarisce, mentre l’arma del demonio ferisce.

Allora quando tu affidi a Dio, ad esempio, la tua famiglia, la tua casa, i tuoi figli, la tua comunità, la risposta arriva.
Guardiamo questa valle, che da 30 anni è piena di benedizioni, la risposta è lì, nella trasformazione di ogni persona che è qui presente, in chi vuole l’opera di Dio. Attraverso l’affidamento.
Allora non c’è bisogno di fare domande. Ma di affidarsi.
Non c’è bisogno di volere una risposta, ma di affidarsi. Affidati a Dio.

L’opera è del Padre. Il grande Signore è il Padre. Egli sa quello che fa. Chi sbaglia è l’uomo. Dio è perfetto.
E la cosa più bella: Dio vuole fare di voi dei figli benedetti.
Allora abbiamo la benedizione di Dio, per essere del bene, per essere della pace, per essere pieni di grazia.
Ti manca qualcosa? Sì. Ti manca l’abbandono. Ti manca la buona volontà. Perché sei qui? Perché sei venuto in questo luogo? Questo è un luogo di preghiera, di sacrificio, di ospitalità, di accoglienza, di amore.

Colui che accoglie più immensamente è Dio. Questo nostro cammino è Lui, Gesù, è la nostra Via.
Allora è necessario che tu chieda a Gesù tutti i giorni: “Guarisci il mio cuore. Togli tutto ciò che è male, tutto ciò che mi lascia vuoto, la mente assediata da egoismo, invidia, gelosia, menzogna”. Perché Dio è verità. Dio è verità.

Allora oggi, figli miei, io voglio chiedere per voi il regalo più grande che posso chiedere a Gesù: la vostra conversione. Perché quando ti convertirai, sarà tutto bello. L’umo oggi ha bisogno di accettazione, anche della propria croce. L’uomo vuole il trionfo ma non vuole lottare per esso. Non vuole abbracciare la croce. Non vuole abbracciare quella croce che Gesù ha detto “Venite, prendete la vostra croce e seguitemi”.
Allora vedrete questa brezza leggera in ogni momento della vostra vita. Sentirete il tocco di Gesù. Sarete sollevati dalle braccia misericordiose di Gesù in ogni momento difficile della vita.
Quante persone oggi, in questo pomeriggio, sono portate in braccio da Gesù. Tu potresti essere una di queste persone. Tu che oggi sei venuto qui ad affidare a Dio la tua battaglia, è pesante ma Gesù è con te. Ti sta portando in braccio nei momenti più difficili della battaglia.

Allora oggi il mondo ha bisogno di questa fede trasparente, di questo proposito coraggioso.

Desidero che in questo Anno Mariano vi risvegliate al grande segno del cielo sulla terra, che è la Parola, gli insegnamenti.
Maria, Madre di Gesù, la vostra Madre che, per volontà del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, si rende presente su questa terra in corpo e anima, per guardare verso questo mondo che ha tanto bisogno di pace. Ha tanto bisogno di questa brezza leggera. Perché è di questo che oggi il mondo ha bisogno.
Togliere dal cuore la disobbedienza e la vita di peccato, condotta lontano dalla Luce, dalla grazia, dall’amore, dalla misericordia. E aggrapparsi alla preghiera.

“Voglio essere un figlio di Dio benedetto”: questo è il proposito che devi avere per la tua vita, figlio. Questo è il desiderio.

Perché oggi voi siete stati scelti. La battaglia è grande. Questo momento qui è un momento di ricchezza per la terra, perché il mondo ha bisogno di preghiera, di una comunità unita fraternamente con i bambini, i giovani, le famiglie e i missionari che pregano per la pace.

È per questo che il nemico cerca di scoraggiarti, di indebolirti. Coraggio! Non possiamo indebolirci per le fragilità del cammino. È necessario avere coraggio. È difficile, ma vai avanti. Dio ti ha chiamato, Dio ti ha scelto, e tu devi essere pronto. Gesù ha molto da darti.
Quando attraversi una prova, dì: “Signore, io ti ringrazio”. Perché il Signore ti darà molto di più di questa prova, che vuole scoraggiarti, che vuole allontanarti dalle cose del Padre. Dio è meraviglioso, figli.

Guardiamo questo piccolo santuario. Qui voi vedete la bellezza di Dio nel cuore di ciascuno. Le persone sbagliano, hanno i loro difetti, ma anche le loro qualità. E oggi l’uomo è molto stanco. Io vedo stanchezza sui vostri volti. Anche di vedere la sofferenza in Brasile e nel mondo.
Ma io voglio vedere gioia sui vostri volti, perché Gesù è qui e sta dicendo, chiaramente, che il mondo passerà per una trasformazione. Ci saranno battaglie. Ci saranno momenti di sofferenze fortissime, non potete nemmeno immaginare quanto saranno grandi le sofferenze. Ma Lui sarà al vostro fianco e voi sarete vittoriosi, perché lo siete già. Chi è già in cammino è già vittorioso. Allora non scoraggiatevi. Oggi Gesù vi invita alla vita di conversione.

Per questo, con grande affetto, in questo momento voglio darvi la mia benedizione.

I presenti cantano mentre la Madonna li benedice.


Cari figli,
questa benedizione la concedo con tutto il cuore ad ogni figlio qui presente. È una Madre che benedice con immenso amore i suoi figli e chiedo a mio Figlio di benedire i fiori per la guarigione e liberazione dei malati nel corpo e nell’anima.

Chiedo a Gesù di prendersi cura di ciascuno di voi, delle vostre richieste, di quelli che state affidando in questo momento di preghiera, che sono già nel Suo Cuore per mezzo del mio Cuore Immacolato.

Nel messaggio di oggi noi vediamo Gesù dire chiaramente quanto ci ama e quanto il mondo ha bisogno di conversione.

In quest’anno Dio mi ha concesso un tesoro meraviglioso, che è l’Anno Mariano. Egli ha dedicato quest’anno al mio Cuore.
E io, durante tutto questo Anno Mariano, ho sempre fatto una richiesta a Gesù: la vostra conversione, figli. Perché quando vi convertirete, io vedrò qui sulla terra una terra nuova. Dipende da voi. È per questo che sto continuando a pregare e supplicare il mio Figlio amatissimo, Gesù, per la conversione di ciascuno di voi.

Ecco la Serva di Dio, la Madre di Piedade, quella che oggi ha pregato  Gesù anche per quelli che compiono gli anni, ha affidato a Gesù ognuno di questi figli e ha pregato anche per le famiglie che stanno affidando a Dio le creature che tanto amano.

È sempre importante ricordare che questa brezza leggera ci mostra che la vita è un passaggio. Per questo devi convertirti e affidare ogni giorno di più la tua vita nelle mani del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Ecco la Madre di Piedade, la Serva di Dio, ed ecco che il Signore mi chiama.


ALTRI MESSAGGI DEL 2017
messaggio del 18.11.2017 - La prima cosa che devi fare è curarti, perché il malato sei tu.
messaggio del 11.11.2017 - Quante volte cammini, ma non ti incontri con Gesù che è il Cammino.
messaggio del 28.10.2017 - Essere obbediente al Padre è aprire gli occhi alla verità e non permettere che il nemico ti accechi.
messaggio del 08.10.2017Vivere la santità, voler essere santi, è avere coraggio ad ogni secondo che vivi.
messaggio del 07.10.2017 - Il Signore non è una medicina, è la guarigione! L’uomo può ottenere grazie impossibili se crede!
messaggio del 01.10.2017 - Figli, salvate le anime con la brezza leggera. Salvate le anime con la mitezza.
messaggio del 24.09.2017 - Anniversario 30 anni di apparizioni
messaggio del 02.09.2017Amare chi ti ama è facile. Ma amare chi ti rifiuta, chi ti giudica, chi ti perseguita, è un atto di coraggio.
messaggio del 30.07.2017Non perdete più tempo. Molti stanno già piangendo perché non hanno valorizzato il tempo che hanno avuto.
messaggio del 23.07.2017L’uomo è preparato per il mondo. Non è preparato per l’incontro con Dio.
messaggio del 02.07.2017 - La Madre di Dio invita i suoi figli ad amare la croce. Perché la croce ci darà la gloria.